domenica 11 giugno 2017

Cookbooks I love



English version below
In un' era dove tutto gira sul web, la rete è diventata una fonte (quasi) inesauribile di informazioni ed idee e gli ebooks ci permettono di raccogliere un'intera biblioteca in un tablet (roba da far invidia a Mary Poppins), esistono ancora gli amatori della carta stampata. 
Trovo che i libri abbiano un fascino ineguagliabile: il profumo della carta, la scelta dei caratteri, la copertina, sentire le pagine scorrere tra le tue mani man mano che la lettura procede. Ho tre libri di cucina a cui tengo tantissimo, un po' perchè sono veramente belli, un po' perchè mi sono state regalati da persone a me care in momenti importanti. Non sono libri da principianti e richiedono giá una buona conoscenza delle tecniche di pasticceria e delle preparazioni di base. Ma andiamo con ordine:

1. Dessert di Alain Ducasse. Una meravigliosa raccolta di desserts, tra cui si trovano anche ricette tradizionali come il tiramisù, foresta nera, gaufres, Sacher...l'ultima parte delle libro è dedicata alle preparazioni di base di cui ho parlato qui e qui.

2. ph10 di Pierre Hermé. Quella che io definisco la "Bibbia" della pasticceria. Il libro in cui vengono descritti i principali capolavori di Hermé. Difficilissimo da reperire, ancora mi chiedo come i miei amici siano riusciti a trovarlo! Le ricette sono molto complesse e possono richiedere un intero giorno di lavoro (o anche due, dipende da come riuscite ad organizzarvi). Il libro e' veramente concepito per chi ha giá una buona padronanza delle tecniche di pasticceria e delle volte lesina su dettagli tipo tempi e temperature di cottura. Dovete andare un po' a sentimento e fidarvi della vostra esperienza, insomma. Per questo dico, non è un libro per principianti.

3. Tradizione in evoluzione di Leonardo di Carlo. Se siete chimici come me, non potete non amarlo. Un libro che propone ricette classiche, con un approccio scientifico, in pieno stile Hervé This. Ogni capitolo presenta una spiegazione sui fattori che determinano la buona riuscita della preparazione in questione e sulle cause che determinano i maggiori flop in pasticceria (es. creme che impazziscono, panettoni che non lievitano, choux che non gonfiano etc. etc.).

E voi, avete dei libri di cucina da cui non vi separereste mai?

p.s. ci tengo a dire che Ducasse, Hermé e Di Carlo ignorano la mia esistenza. Giusto per puntualizzare che questo post non è sponsorizzato e se parlo di questi libri è perchè li ho provati e li ritengo veramente validi.


We live in an era where everything, or almost, is available on the web. Internet is an endless source of information and ebooks allow fitting an entire library in a tablet. Despite that, there are still incurable romantic people who are still charmed by paper books. 
I found regular books extremely fascinating: the smell of the paper, the section of the font and of the style, the feeling of the pages between your fingers...I have three cookbooks I particularly love, first because they are very beautiful and second because they were donated to me in special occasions by dear ones. There are all about pastries and none of them for beginners, unfortunately. They are however three wonderful books that I highly recommend if you are bit experienced with the art of pâtisserie.
1. Dessert by Alain Ducasse. A wide, great collection of recipes for dessert, including also traditional preparation as tiramisù, black forest, gaufres, Sacher...the last part of the book is dedicated to basic preparation about which I wrote here and here.

2. ph10 by Pierre Hermé. This book is what I call the "Bible" of pastries. A great collection of the most famous masterpieces of Hermé. The product have been discontinuous for a while and not very easy to get, therefore...I still wonder how my friend managed to buy it for me! Recipes are very demanding and they can require an entire day of work (or 2, depending how you can organize your time). The book is really conceived for people who are already experienced with pastry preparations and lacks of detailed explanations about cooking times and temperatures. In short, you have to rely on your experience and your experience. It is definitely not a book for beginners.

3. Tradition in evolution by Leonardo di Carlo. If you are chemist as me, you will love it. A book proposing traditional pastry recipes with a scientific insight, seemingly to Hervé This' approach. Each chapter starts with an introduction about factors determining the success and failure of certain preparation (e.g. egg custard separating, panettoni not rising, choux remaining flat after baking and so on).

Do you have a favorite cookbook you can't stay without?

p.s. just wanna add that Ducasse, Hermé and Di Carlo totally ignore I exist. This post is not sponsored, I just wrote about these books because I truly believe they are great.

Nessun commento: