lunedì 30 agosto 2010

Delirio di rabarbaro

Non mi son venuti nomi migliori, per questo mio primo esperimento col rabarbaro! Si, e' vero, la stagione del rabarbaro sta volgendo al termine, mentre aspetto trepidante quella della zucca :)
Come spesso accade, avevo fatto le ricetta tempo fa (a Luglio!), ma ho avuto tempo di postarla solo ora :P
Ci son delle cose da rivedere, per esempio, la dose d'olio...toglietene tranquillamente il 20-30%.

Il punto, intrigante, e', invece, la combinazione del sapore acidulo del rabarbaro con l'olio d'oliva che e' semplicemente azzeccatissima! Ovviamente, ho scoperto l'acqua calda, visto che l'abbinamento e' ben noto agli addetti ai lavori! Rimane che l'associazione acido-olio d'oliva si possa sfruttare anche per altri dolci, per esempio, con gli agrumi, ora che la stagione si avvicina.
Altra cosa, un po' nuova, e' la procedura non proprio...canonica?! Il risultato pero' e' sofficissimo, una bella scoperta per futuri dolci alla frutta.


Torta soffice al rabarbaro

Per la composta di rabarbaro

-330 g di rabarbaro pulito
-5 cucchiai di zucchero
-8 g di zucchero vanigliato
-2 cucchiai di acqua

Per l' impasto

-2 uova
-200 g di farina
-200 g zucchero
-200 g olio evo
-10 g lievito per dolci

Preparare la composta di rabarbaro come segue. Pulire il rabarbaro e privarlo della cuticola esterna. Tagliarlo a pezzi piuttosto piccoli da mettere in una casseruola con lo zucchero, lo zucchero vanigliato e l'acqua. Portare ad ebollizione e lasciare cuocere a fuoco dolce, mescolando di tanto, in tanto. Il rabarbaro si ridurra' a poltiglia e la composta dovra' assumere l'aspetto e la consistenza di una marmellata. A questo punto, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.


Per il resto dell'impasto, ho pesato la composta ed aggiunto tanta farina, zucchero, olio, quanto il peso della composta (una specie di quattro quarti). Con le uova sono andata ad occhio, ma sarebbe meglio controllare il peso anche di queste. Montare le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro. Aggiungere la composta, poi l'olio e, alla fine, la farina, mescolando di continuo. Aggiungere il lievito e mescolare con cura. Cuocere in forno preriscaldato a 200 C, per circa 45 minuti. I tempi di cottura possono variare da forno a forno, per cui consiglio sempre di fare la prova con lo stecchino, ricordando che questo dolce tende a rimanere un po' umido.
Soft rhubarb cake

For the rhubarb compote

-330 g of clean rhubarb
-5 tablespoons sugar
-8 g vanilla sugar
-2 tablespoons of water

For the mixture

-2 eggs
-200 g of flour
-200 g of sugar
-200 g of extra virgin olive oil
-10 g of baking powder

Prepare the rhubarb compote as follows. Clean the rhubarb and deprive him of the outer cuticle. Cut into small pieces to be put into a saucepan with the sugar, the vanilla sugar and the water. Bring to boil, cook over low heat, and stir, occasionally. The rhubarb will fall to mush, and the compost will take the appearance and texture of a jam. At this point, turn off the heat and let cool.
For the rest of the dough, I weighed the compost and added as much flour, sugar, oil, as the weight of the compost (a kind of quatre quarts). It would be better to check the weight of the eggs, as well. Beat the eggs with sugar until the mixture is clear. Add the compost, then the oil and finally the flour, stirring constantly. Add the yeast and mix thoroughly. Bake in preheated oven at 200 C for 45 minutes. Cooking times may vary from oven to oven, so I always recommend doing the test with a toothpick, remembering that this cake tends to be somewhat wet.

Nessun commento: