mercoledì 26 maggio 2010

Che fare se al mattino...

...vi svegliate e:
-fuori diluvia

-nottetempo vi e' spuntato un orzaiolo
-dovete scrivere una review e aveta tanta inspirazione quanta acqua nel Sahara

Sul primo punto, c'e' ben poco da fare...il tempo non si comanda! Peccato che saltera' l'aperitivo (gettonatissimo nei mercoledi' di sole) nella piazzetta di Chatelaine e, temo, pure la spesa di frutta e verdura al rispettivo mercatino (e chi ha voglia di muoversi con questo tempo?!? :P) La seconda questione credo si risolvera' facilmente con una bella pomata oftalmica! Il problema e' il terzo punto. Sarebbe la giornata ideale per leggere, pensare, scrivere, buttar giu' almeno uno straccio di bozza. E invece, invece, questo articolo non mi viene proprio dal cuore...figuriamoci dalla mente! Perche', come direbbe Nanni Moretti (vedi il film "Aprile"), bisognerebbe scrivere su cio' che ci piace e che sentiamo nostro. Ma ci pensate? E' gia' difficile argomentare pensieri ed idee che ci entusiasmano, vi immaginate buttar giu' un articolo, non dico brillante, ma, almeno, convincente su cose che non trovate, poi, piu' cosi' travolgenti?
Ergo, oggi, si scrive della focaccina di patate sfornata ieri sera (anche perche' potrei scordarmi presto della ricetta :P). Sono rimasta piuttosto soddisfatta e credo di poter dire sia la migliore che ho preparato da qualche anno a questa parte. Devo ammettere che parte del merito va ad
Adriano, il cui blog e' una fonte preziosa di consigli per gli impasti! Qua potete trovare la spiegazione sulle pieghe da dare agli impasti lievitati, per renderli piu' strutturati e favorire un'alveolatura piu' fitta. Ho seguito un paio di volte la tecnica delle "pieghe tipo 2" e ho ottenuto dei risultati strepitosi! Il prodotto finale risulta, non solo molto piu' alveolato, ma anche notevolmente piu' soffice. Qua sotto la mia ricetta, per la technica delle pieghe, invece vi rimando al blog di Adriano.


Focaccia di patate

-300 g di farina forte (la mia aveva il 13% di proteine)
-5 g di sale
-20 g di lievito di birra fresco
-5 patate piccole o 2 medie
-rosmarino q.b.
-acqua q.b.
-olio evo q.b.

Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere d'acqua tiepida ed unire alla farina. Mescolate ed aggiungete, eventualmente, altra acqua, finche' non otterrete una massa liscia (la quantita' di acqua varia, a seconda del tipo di farina usata). Formate una palla ed infarinatela leggermente, poi procedete alla formazione delle pieghe: prendete un lembo di pasta, tiratelo leggermente, in modo da allungarlo un po'. Ripiegatelo, infine, al centro dell'impasto. Prendete il lembo successivo, a destra, e ripetete la procedura. Procedete a raggiera, finche' il giro non sia completo. Coprire la massa con un canovaccio e mettere a lievitare per un'oretta. Riprendete l'impasto e lavoratelo nuovamente con il metodo delle pieghe. Coprite la massa e lasciatela lievitare per una mezz'ora o finche' non abbia perso forza.*
Nel frattempo, sbucciate, lavate e tagliate le patate a fette sottili. Riprendete la massa, aggiungete il sale, lavoratelo un po' e spianatelo con l'aiuto di un mattarello, in modo da ottenere un impasto non troppo spesso (1/2 cm e' gia' troppo!). Trasferite l'impasto su una teglia da forno, rivestita con carta da forno e irrorate la superficie con abbondante olio evo. Mi raccomando, non lesinate con l'olio e spargetelo bene con le mani sulla superficie. Aggiungete, infine, le patate, il rosmarino e un po' di sale. Infornate a 230 C, finche' la pasta non sia dorata.




Potatoes focaccia

-300 g of strong flour (mine contained 13% of proteins)
-5 g of salt
-20 g of fresh yeast
-5 small potatoes or 2 medium-size
-rosemary q.b.
-water q.b.
-extra virgin oil q.b.

Dissolve the yeast in a glass, half-filled with tepid water, and add the solution to the flour. Mix and, if needed, add more water, till you'll obtain an even mass (the amount of water might change, depending on the type of flour used). Make a ball with the dough, flour it a bit, and then proceed with the formation of the folds: take a border of the dough, pull it gently, in order to make it longer. Finally, fold it in the center of the dough. Take the next border, on the right side, and repeat the same procedure. Proceed radially to complete the round (see here for the method). Cover the dough with a clean tea cloth and let it rinse for about one hour. Once more, take the dough and knead it with the "folds" method. Cover the dough and let it rinse for about 30 min or till it will loose its strength.*
Meanwhile, peel, wash and cut the potatoes in thin slices. Take the dough, add the salt, knead it a bit and spread it with the aid of a rolling pin, so that the focaccia would not result too thick (1/2 cm is already too much!). Transfer, the focaccia on a backing pan covered with backing paper and pour abundant oil on the surface. Please, do not skimp on the oil and spread it well on the surface with the aid of your hands. Finally, add the potatoes, the rosemary and a bit of salt. Bake at 230 C, till the surface will turn brownish.

*Per controllare se un impasto ha perso la forza e, quindi, completato la lievitazione, e' sufficiente bucarlo con un dito. Se l'impronta resta vuol dire che e' pronto, altrimenti, se risale, e' necessario attendere ancora.
*Just plunge a finger into the dough to know if it has lost the strength and, thus, the rinsing is complete. If the hole will stay, the dough is ready, otherwise, if the hole goes up again, you have to wait a bit more.

4 commenti:

Valentina ha detto...

Ciaooo,
che bello hai ripreso a scrivere tante tante ricette...ti leggo sempre!!!

Lucy ha detto...

Ciao Vale!
Che bello sentirti :))
Sai com'e', ho un po' piu' di tempo e riesco ad aggiornare con maggiore frequenza. E francamente me ne rallegro :)
Un abbraccio!!
Lucy

Wennycara ha detto...

Eh se ti capisco, quanto allo scrivere: sono in una situazione molto simile :\
La tua focaccetta mi attira assai, quasi quasi nel fine settimana ci provo!
Baci (e buon lavoro, argh!),

wenny

Lucy ha detto...

@Wenny
Stamani riprovo, ieri ho iniziato a buttar giu' qualcosa...glu...
In bocca al lupo anche a te! :)